Your blog against "Ana" and "Mia"


Buonasera a tutte e a tutti,
stanotte scrivo questo post così, di getto, non era programmato, ma tratta un argomento molto importante: l'anoressia.
Stavo allegramente gironzolando sul sito di Vogue Italia con l'intenzione di abbonarmi alla rivista quando un articolo ha catturato la mia attenzione; sono venuta così a conoscenza di un'iniziativa legata all'eterna battaglia contro i disturbi alimentari, ma ho anche fatto una scoperta per me sconvolgente: esistono dei blog pro anoressia.
Sono subito andata alla ricerca di queste comunità perché non potevo crederci, ma è bastato digitare "ana blog" per scovare un mondo veramente allucinante. Ci sono centinaia di ragazze che inneggiano l'anoressia come se fosse una dea, la chiamano amichevolmente "Ana" e per loro sembra essere una droga, qualcosa a cui pensano in continuazione e di cui non possono fare a meno.
Non sono certo qui per insultare queste ragazze che hanno evidentemente bisogno d'aiuto, ma è difficile riuscire a stabilire un punto di contatto con loro perché, per quanto io abbia avuto i miei problemi (anche seri) con il cibo, ho sempre saputo che l'anoressia è un gravissimo disturbo che può portare ad un punto di non ritorno.
Ciò che quindi mi sconvolge è l'inconsapevolezza della gravità di questa malattia e l'incoscienza nel pubblicare un messaggio così negativo che può essere facilmente raggiunto da tanti giovanissimi.























Vogue fa due proposte. La prima è di firmare una petizione al fine di chiudere i siti e i blog pro anoressia e bulimia. La seconda è rivolta a noi blogger e consiste nel creare una sezione all'interno del blog per poter parlare di disturbi alimentari, dare consigli e confrontarsi.
Personalmente ho intenzione di scrivere alcuni post partendo dalla mia esperienza personale e arrivando a parlare di come dimagrire in modo sano!
Chiedo a chiunque stia leggendo questo articolo di non andare a insultare gratuitamente chi frequenta i blog pro "ana" e "mia" perché non è certo il modo di aiutarli. Diffondete piuttosto messaggi positivi, potete farlo anche se non avete un blog, non è difficile individuare chi ha un problema e a volte basta un sorriso o una parola carina per migliorare la giornata di qualcuno.
Se vi interessa saperne di più su diete &Co. rimanete sintonizzati, sono ben ferrata sull'argomento ;)
Con affetto
Laura

Nessun commento:

Posta un commento